Contatti azienda: e-mail info@rossolimone.com
tel.+39.0439026100 +39.3332678570



Cicogne, api e fiori...come parlare ai bambini di sessualità
Intanto una cosa è importante da tenere a mente, i bambini non sono stupidi, anzi sanno molto di più di ciò che pensiamo!

Partendo da questo presupposto dobbiamo imparare a parlare loro come esseri maturi, non raccontando fandonie che ci farebbero solo perdere la loro fiducia. Ovviamente ogni argomento deve essere rapportato alla loro età.

Molto spesso dire “Non lo so” è meglio che inventare una storiella campata in aria con vergogna. Facciamo sicuramente una figura migliore ammettendo che anche i genitori a volte non sanno tutto e che piuttosto di raccontare bugie siamo disposti ad informarci e trovare una spiegazione chiara alla loro richiesta.

L’argomento sessualità desta molta curiosità nei bambini, perché hanno spesso informazioni frastagliate e poco chiare, che creano in loro solo confusione.

Quello che non insegniamo noi ai nostri figli, lo impareranno comunque ma solitamente in maniera distorta, quindi è meglio sforzarci un po’ e spiegarlo direttamente.

Partiamo sempre dall’educazione all’affettività e quindi quando spieghiamo la sessualità parliamo di diritto al piacere, del fatto che ogni cosa che ci dà piacere è lecita e bellissima se rispetta noi e le altre persone, l’argomento RISPETTO deve essere sempre alla base delle nostre chiacchierate su questo argomento. Spieghiamo loro che scoprire il corpo nella sua interezza è bellissimo e non è sbagliato o sporco, solo è una cosa molto intima, quindi tutti i loro esperimenti devono essere fatti in luoghi adatti, quando sono da soli e non ci sono altre persone nei dintorni.

Dobbiamo spiegare bene che le loro zone intime fanno parte del loro corpo, così come una mano o un orecchio ed è quindi giusto conoscerle, ma questo lo devono fare loro, nessun altro può toccarli. Così facendo conquisteremo la loro fiducia e sapranno che con noi possono parlare di ogni cosa o cambiamento avvenga al loro corpo, sia se sperimentano da soli nuove emozioni, ma soprattutto se provano disagi, creati dalla crescita o in casi più gravi da altre persone. La regola base, la più importante da trasmettere è che ciò che li fa star male è sempre sbagliato e non si deve fare o accettare, neppure se è qualcun altro a chiederlo.

Come nascono i bambini? Domanda principe dei nostri bambini! In realtà è molto semplice da spiegare. I bambini escono dalla pancia della mamma attraverso la Vagina, solo le mamme possono fare i bambini, proprio perché hanno quest’apertura nel loro corpo che permette a un bimbo di uscire. Semplice no?

Questa è una delle grandi differenze tra maschietti e femminucce. Le mamme però non possono fare tutto da sole, serve anche un papà. E’ molto bello che i nostri figli capiscano che tutti noi siamo il risultato dell’unione di due persone, per questo ci dicono che abbiamo gli occhi della nostra mamma e il naso del nostro papà, proprio perché dentro di noi c’è un pezzettino di entrambi i nostri genitori.

Se poi vogliamo essere ancora più chiare possiamo addentrarci in spiegazioni un po’ più profonde che a volte servono e a volte no, i bambini spesso si accontentano di capire come i bimbi escono dalla pancia della mamma e non come ci entrano. Ma se la loro curiosità si spinge fino a li, basta spiegarlo con amore e parole semplici. Le mamme creano dentro di se un ovetto, che viene perso se la mamma non trova un papà che lo completi. Se invece la mamma s’innamora di un papà, si crea una magia che porta a termine la formazione del bambino. I papà non hanno ovetti nel loro corpo, ma dei piccoli serpentelli chiamati Spermatozoi, che trasportano nella loro testona quello che serve all’ovetto della mamma per diventare un bambino Vero!

Solo l’amore e le coccole possono creare un bambino. Ovviamente non basta guardarsi negli occhi per fare un bimbo, altrimenti tutte le mamme del mondo dovrebbero vivere bendate, ci vuole di più e questo di più si crea da solo attraverso un grande amore.

Per questo le mamme e i papà hanno una camera da letto tutta loro, dove possono parlarsi, rilassarsi e fare tante coccole. Tra queste coccole ce n’è una particolare che si chiama “fare l’amore” una splendida parola che racchiude in se tutta la dolcezza di quel momento. Per far questo bisogna essere grandi e tanto innamorati, altrimenti la magia dell’arrivo del bimbo non si compie. Questa cosa la imparerà nostro figlio da solo, crescendo, non serve fargli un trattato di sessuologia, ma semplicemente spiegare che dall’unione di due corpi diversi può nascere un bambino. Frutto dell’amore, delle coccole e dell’unione di due persone...un po’ come un pezzettino di cuore di mamma e papà che prende vita e si trasforma in un essere vivente speciale e meraviglioso!

Tutti i bambini nascono dall’unione di questo serpentello con l’ovetto di una donna, poi non tutti i bambini vivono con la mamma e il papà, alcuni crescono solo con la mamma, altri con il papà, altri ancora vivono con le nonne, le zie, con due papà o due mamme, questo non cambia l’amore che c’è nei confronti di un bimbo. Ogni bambino è un essere stupendo che porta gioia al mondo e che deve essere tanto amato, non è poi così importante da chi.

Lasciate liberi i bambini di fare domande e rispondete sinceramente quello che sapete, oppure dite semplicemente; “ora non lo so, ma se mi lasci un po’ di tempo mi informo e ti risponderò più avanti.”

Il sesso è bellissimo e il concepimento ancora di più…non dobbiamo provare vergogna!


Organizza un percorso RossoLimone, chiama la referente o il referente più vicino a te, puoi trovare qui tutti i contatti (Contatti Uomini e Contatti Donne)
Oppure scrivi a info@rossolimone.com

Desideri maggiori informazioni per entrare a far parte del team RossoLimone, clicca qui.
Pubblicato il 11 ottobre 2016 nella categoria
Articoli Gallery Lavora con noi Presentazione Catalogo Recensioni Video Press

Rosso Limone s.r.l, Via Cede 2, Cesiomaggiore (BL) 32030, P.IVA: 01128480256